La nuova customer experience di oggi, tra retail fisico e trasformazione digitale.
Si apre con “Back to the new present” la terza stagione di appuntamenti ComMeet, il format di eventi ideato e promosso da Icat Academy per affrontare i temi di marketing e comunicazione più attuali. Giovedì 22 ottobre, in rigorosa diretta streaming, sei relatori professionisti con differenti background si sono confrontati tra loro e con il pubblico per far luce su dinamiche, trend, opportunità presenti e future nel mondo, soprattutto alla luce dei cambiamenti recenti e dell’affermarsi di un consumatore sempre più evoluto e informato: quello 4.0.

Benedetta Greggio, Andrea Doroldi, Laura Puricelli, Lorenzo Corazza , Anthony Saccon, Roberto Poli con il contributo di Antonio Furlanetto hanno regalato spunti, esperienze, provocazioni e possibili previsioni sulle evoluzioni in atto e gli insight complementari della customer experience già in atto. “Proprio dalla contaminazione delle idee nascono soluzioni nuove” ha auspicato Alessandra Veronese, direttore di Icat Academy, che ha moderato un’ampia riflessione dedicata a manager, imprenditori e professionisti sul ripensare le proprie strategie di comunicazione per creare nuovi modelli di consumo utili domani.

Durante il ricco confronto di questo inizio di stagione del ComMeet, sono emersi nuovi e inaspettati spunti sul futuro che attende tutti noi.

Benedetta Greggio, che ha aperto la serie di interventi degli esperti, ha messo il punto su “prossimità e tecnologia, le parole-chiave essenziali per valorizzare il tempo di interazione e partecipare ai valori del brand”. Uno spunto colto al volo da Andrea Doroldi che ha parlato di “prosumer, ovvero il nuovo consumatore esso stesso produttore di contenuti di valore che il brand deve saper intercettare”. La pandemia è riuscita ad accelerare la trasformazione digitale, a imporre scelte, a far emergere questioni latenti poi esplose in tutta la loro urgenza, ecco perché secondo Roberto Poli bisogna “aprire gli occhi sulle tendenze di lungo periodo, anche a 20 anni, così abbiamo il tempo di costruire strategie efficaci”.

Tutti gli esperti sono stati concordi nel ritenere che – necessariamente – i brand debbano affrontare un cambiamento di paradigma nella customer experience come mai prima d’ora: “sapersi raccontare con uno storytelling sincero che dimostri di conoscere il proprio consumatore attraverso nuovi format esperienziali è fondamentale per le aziende” avverte Laura Puricelli. Sì, ma quali saranno questi nuovi format? Risponde Lorenzo Corazza: “tecnologie digitali come VR, AR e quindi realtà aumentata in grado di immergere l’utente in un mondo creato ad hoc”. Insomma, il digitale e l’e-commerce diventeranno di colpo protagonisti e non più un elemento singolo nel marketing mix. “Le abitudini di consumo e i consumatori sono cambiati” segnala Anthony Saccon “oggi tutti possiamo essere creatori di valore, se lo vogliamo”. E la strada, come chiosa Antonio Furlanetto in chiusura, “è “immergerci nei futuri plurimi con ottimismo e lungimiranza”.

Nei prossimi giorni su www.icatacademy.it e solo per gli iscritti al sito saranno a disposizione i contenuti esclusivi dei relatori sui temi della customer experience e della trasformazione digitale, con i singoli interventi pronti da scaricare e da rivedere.
Un recap utile in attesa del nuovo appuntamento ComMeet fissato per il 2021.

Apri il megamenu

Privacy Preference Center